• +41 91 911 6000
  • info@parrocchiacarona.ch

Restauri di edifici sacri

Cerca risultati per: restauri

Restauri di edifici sacri

I restauri alla Madonna d’Ongero entrano nella fase finale

Con un intervento mozzafiato il restauratore ha rimosso dal muro una parte dell’affresco che era compromesso dalle infiltrazioni di acqua, prima degli interventi sul tetto e attorno al Santuario, avvenuti nel 2016. L’affresco è ora nelle sapienti mani del restauratore, Andrea Meregalli, che dopo aver eseguito gli interventi necessari lo rifisserà al muro, più o meno alla metà di maggio 2017.

Iniziano le prime visite culturali alle chiese di Carona dopo i restauri

A due settimane dalla fine dei restauri alla Chiesa dei Santi Giorgio e Andrea di Carona sono iniziate le prime visite culturali a questo magnifico edificio, che raccoglie la storia di Carona dall’anno 1000 fino ai giorni nostri.

Abbiamo dato il benvenuto al prof. Aldo Galli, dell’Università di Trento, che ha condotto un gruppo di studenti alla ricerca in particolare di elementi artistici del Quattrocento, facendo anche un’importante scoperta di cui – speriamo vivamente – ci riferirà con un suo articolo.

È stata peraltro un’occasione particolare anche per il progettista, arch. Luca Giordano, che ha potuto spiegare dal profilo tecnico come è intervenuto sulla Chiesa principale di Carona e sul Santuario della Madonna d’Ongero.

La stagione delle visite avrà comunque un suo importante aumento da aprile 2017, quando il tempo diventerà più caldo e si uniranno queste visite guidate ai festeggiamenti del 60° del Parco San Grato

I restauri degli affreschi del Santuario della Madonna d’Ongero entrano nel vivo

Mentre stanno per finire i lavori di sostituzione dell’intero tetto del Santuario della Madonna d’Ongero, dopo che tutto il sistema di drenaggio attorno allo stesso è stato completato già nel mese di settembre, i restauratori degli affreschi interni hanno cominciato il loro lavoro.

Si tratta di intervenire in particolare su un affresco murale molto grande, che al suo piede è stato rovinato dalle infiltrazioni di acqua, che in precedenza non potevano defluire, proprio per l’assenza di drenaggi. Le immagini e il video qui allegati sono impressionanti e per i “non addetti ai lavori” possono anche creare spavento. Ma tutto è sotto controllo e nelle mani di sapienti professionisti a cui il Consiglio Parrocchiale si è affidato.

Grazie Lugano per l’aiuto finanziario ai restauri di Carona!

Lunedì 14 novembre 2016 il Consiglio Comunale di Lugano ha accolto la richiesta di un sussidio a fondo perso di CHF 115’000.00 in favore dei restauri della Chiesa dei Santi Giorgio e Andrea di Carona
lucacitazione
È con profonda gioia che il Consiglio parrocchiale di Carona apprende dell’approvazione da parte del Consiglio Comunale di Lugano del Messaggio municipale con il quale si sblocca un sussidio di CHF 115’000.00 in favore della Parrocchia di Carona per compiere il restauro esterno della Chiesa di Carona. L’approvazione è stata quasi unanime e dimostra come la Città sia sensibile ai suoi più preziosi beni culturali e storici, quali la Chiesa dei Santi Giorgio e Andrea di Carona.

Un sentito grazie, dunque, all’illuminata cittadinanza di Lugano!

 

Primi “restauri” al presepe…

Un nutrito gruppo di parrocchiani, diretti da don Natanaele, si è ritrovato oggi per dare inizio al restauro delle figure del presepe a grandezza naturale che verrà esposto durante tutto l’avvento a Carona, sotto la Loggia Comunale. I vari personaggi hanno beneficiato non solo di un aggiornamento dei loro vestiti, ma anche di un “maquillage” ai loro volti, diventando di colpo decisamente umani! I lavori continueranno nei due sabati precedenti il 26 novembre, quando il presepe sarà montato e benedetto.

Santuario della Madonna d’Ongero: restauri iniziati

Sono iniziati il 22 agosto 2016 i lavori di restauro deliberati dall’ultima assemblea generale straordinaria per mettere finalmente in sicurezza il Santuario dalle conseguenza nefaste di infiltrazioni d’acqua nei muri. Gli interventi, che si termineranno circa in novembre in parallelo con quelli della Chiesa principale di Carona, permettono di creare attorno alla Chiesa un drenaggio moderno e funzionante, di sostituire le coperture dei portici e di eliminare i materiali delle facciate laterali che si sono rivelati impermeabili, mentre che dovevano essere traspiranti. L’Ufficio Beni Culturali segue con attenzione il progetto, curato dall’arch. Luca Giordano

 

Restauri al Santuario della Madonna d’Ongero al via

Martedì 16 agosto 2016 alle 19:00 si è tenuta al Santuario della Madonna d’Ongero di Carona l’assemblea straordinaria parrocchiale per l’esame del messaggio 2016-022 del Consiglio Parrocchiale, che chiedeva all’assemblea di concedere un credito di CHF 100’000.00 per l’esecuzione di opere di restauro urgente, al fine di risolvere definitivamente i problemi di infiltrazioni dal tetto e dai piedi dei muri perimetrali che stanno danneggiando gli affreschi in particolare delle pareti interne a sud, compresa la cappelletta della Madonna.

L’Assemblea ha accolto all’unanimità il messaggio approvando integralmente l’operato e la celerità del Consiglio parrocchiale.

 

 

Mgr. Valerio Lazzeri benedice i restauri della Chiesa di Santa Marta

La Festività dei Santi Pietro e Paolo del 2016, tradizionalmente festeggiata alla Chiesa di Santa Marta di Carona, è stata caratterizzata dalla visita di Mgr. Valerio LAZZERI, Vescovo di Lugano, su invito dell’Arciconfraternita del Gonfalone Maggiore di Santa Marta. Durante una messa nella chiesa gremita da una grande assemblea Mgr. LAZZERI ha sottolineato più volte il parallelismo tra la figura di Pietro, pietra su cui il Signore ha costruito la sua Chiesa, e i restauri in corso agli edifici della Chiesa stessa.

IMG_1142

Al termine della Messa il Presidente del Consiglio Parrocchiale, Luca Guidicelli, ha preso la parola per annunciare una donazione di CHF 2’500 già intervenuta in favore dei restauri della Chiesa di Santa Marta e ulteriori donazioni puntuali, con l’auspicio di poter contare su una forte collaborazione, sia di persone sia di idee. Per sottolineare questa voglia di collaborazione, ha poi offerto all’Arciconfraternita il primo modellino 3D della Chiesa, questo su supporto in porfido rosso di Carona, da usarsi assieme al modellino della Chiesa di Carona per la raccolta di fondi.

IMG_1150

Il presidente dell’Ariconfraternita, Andrea Toscani, e il suo Priore, Ares Bernasconi, hanno infine incentrato il loro intervento sugli aspetti tecnici e temporali dei restauri, invitando i presenti ad aiutare anche la loro associazione al fine di portare a termine i loro lavori di restauro. Infine il parroco, don André Jerumanis, ha ringraziato il Vescovo per i suoi messaggi di misericordia che diffonde nella sua Diocesi.

L’assemblea straordinaria di Carona da luce verde all’ultimo credito per i restauri della Chiesa

Venerdì 6 maggio 2016 si è tenuta un’assemblea straordinaria urgente secondo le formalità previste in questi casi dalla Legge sulla Chiesa cattolica. Si tratta di un unicum a cui in realtà è ricorsa l’assemblea parrocchiale del 3 maggio 2016. Infatti il Consiglio Parrocchiale avrebbe optato per una convocazione di almeno una settimana, per permettere alla commissione della gestione di allestire un messaggio articolato all’unico messaggio da esaminare. L’assemblea del 3 maggio ha però optato per una convocazione urgente, nel giro di 3 giorni (il minimo legale è di 2), siccome il tema meritava la massima urgenza.

Infatti, seppure il tema fosse stato già dibattuto esaurientemente il 1° dicembre 2014, quando è stato approvato un credito di CHF 522’000.00 +/-10% (ossia fino ad un massimo di CHF 574’000.00) e nonostante la spesa non supererà i CHF 572’000.00 (dunque si tratta di un importo più basso di quello massimale già approvato in assemblea), la Diocesi necessitava di una risoluzione chiara che indicasse l’importo massimale senza +/-10% al fine di rilasciare il decreto con il quale approvava il credito e l’ipoteca da mettere per un breve periodo sulla casa parrocchiale (per un credito ponte di pochi mesi, il tempo necessario di allestire i consuntivi con gli artigiani a fine 2016 e ottenere i sussidi federali e comunali).

L’assemblea si è pertanto riunita è ha approvato il messaggio presentato dal Consiglio parrocchiale e sostenuto anche dalla commissione della gestione, che è riuscita a tempo di record ad esaminare il messaggio e considerarlo già compreso in quello del 1° dicembre 2014 e dunque perfettamente legittimo e fondato.

La risoluzione assembleare è poi stata spedita alla Curia vescovile per i propri incombenti.

IMG_0532